MENU

The Jewish Connection Project | Interview with Ido Batash...

La stanza di carla | Seeking Unicorns di Chiara...

23 agosto 2018 Commenti disabilitati su Dancing through words | videointerview with Ingrid Berger Myhre Views: 384 In depth, Interviews, News, Watch

Dancing through words | videointerview with Ingrid Berger Myhre

TRASCRIZIONE ITALIANA DISPONIBILE DI SEGUITO AL VIDEO

Video-interview with Ingrid Berger Myhre (Norway) in Bassano to present her solo BLANKS, played on August 24th, during Bmotion 2018. A piece that reflects on dance, text, and the role of choreography. Ingrid Berger Myhre is part of the project OFFSPRING of the European network Aerowaves.

original interview by Lara Crippa
video editing by Roberto Cinconze

Watch also Ingrid Berger Myhre class for #minibmotion2018

Video-intervista con Ingrid Berger Myhre (Norvegia) a Bassano per presentare il suo assolo BLANKS, il 24 agosto durante Bmotion 2018. Un brano che riflette sulla danza, il testo, e il ruolo della coreografia. Ingrid Berger Myhre fa parte del progetto OFFSPRING del network europeo Aerowaves.
______________

Mi chiamo Ingrid Berger Myhre e sono una danzatrice, un’artista, una coreografa che attualmente vive a Bruxelles. Ora sono a Bassano per due settimane (28 maggio – 8 giugno 2018 ndr) per lavorare su un progetto chiamato Panflutes and Paperwork. Ritorno poi ad agosto per presentare il mio ultimo assolo intitolato Blanks (24 agosto 2018 ndr).

Lavoro con la danza e la coreografia, ma penso alla coreografia come a qualcosa che possa contenere la danza e non necessariamente come al suo unico canale. Ho deciso di creare un assolo dopo essere stata coinvolta in una serie di collaborazioni in quest’ultimo anno. Non è un atto di isolamento, ma avevo bisogno di elaborare tutte quelle informazioni stando da sola in uno studio. In questo assolo ho lavorato con il testo, la proiezioni di parole scritte, così come con piccoli eventi più teatrali, gesti e azioni che potessero appartenere al vocabolario fisico del corpo. Non c’è una separazione tra testo e danza come se appartenessero a due registri differenti. La coreografia è abbastanza spaziosa e generosa per ospitarli entrambi.

Per quanto riguarda l’interpretazione ci sono due strati. In primo luogo io sono l’interprete di questo pezzo, colei che ne incarna il materiale. Ma questo ha senso per me, è coerente con la mia esperienza di danza, il mio background, avendo lavorato come performer prima di cominciare a creare i miei pezzi.
L’altro aspetto che riguarda l’interpretazione di questo pezzo ha a che fare con la nozione di descrizione: ero interessata ai modi di descrivere la danza con le parole. Chi sta descrivendo la danza? da che punto di vista? con quale genere? perché è importante descrivere questa danza in un modo e non in un altro? quali elementi vengono toccati e quali non sono menzionati? Tutte queste domande, la descrizione di queste classificazioni, era per me materiale estremamente arricchente su cui lavorare in Blanks.
C’è poi un ulteriore strato, come ci si imbatte in tutto ciò, ma va un po’ al di là di quello che un coreografo può predire. Come le persone mettano insieme i vari pezzi del puzzle, fa comunque parte del materiale coreografico con cui lavoro. Si può dire che in questo pezzo il concetto di interpretazione coinvolga vari e svariati livelli.

intervista e traduzione: Lara Crippa
video editing: Roberto Cinconze

Link a foto e descrizione della classe tenuta da Ingrid Berger Myhre per #minibmotion2018

Tags: , ,

Comments are closed.