MENU
dance companion

#dancecompanion2017 | «Two Playful Pink» di Yasmeen Godder

Audience club: lo spettatore di oggi della danza contemporanea

12 settembre 2017 Commenti disabilitati su #dancecompanion2017 | «Origami» di Satchie Noro/Silvain Ohl Views: 475 Dance Companion, News

#dancecompanion2017 | «Origami» di Satchie Noro/Silvain Ohl

Cos’è #dancecompanion?

Ritorna per il secondo anno l’iniziativa nata nell’edizione 2016 di BMotion danza, tutta dedicata al pubblico della danza, sviluppatasi nell’ambito del progetto europeo Pivot Dance e in collaborazione con il corso triennale del Balletto di Roma: 14 giovani danzatori sono diventati speciali accompagnatori nelle giornate di #bmotiondanza2017, invitando gli spettatori ad assistere insieme alle rappresentazioni di danza in programma e a discutere e condividere le rispettive impressioni subito dopo gli spettacoli. Gli stessi accompagnatori sono stati chiamati anche a riflettere, in veste di artisti, sugli spettacoli e darne un feedback sul nostro blog attraverso la creazione di un profilo dello spettatore, che rifletta il punto di vista del pubblico, e un profilo del danzatore che rifletta più il punto di vista di come un artista usufruisce lo spettacolo.

Credits foto: Riccardo Panozzo per Operaestate Festival 

  • Satchie Noro_Origami_ph.R.Panozzo 01
  • Satchie Noro_Origami_ph.R.Panozzo 03
  • Satchie Noro_Origami_ph.R.Panozzo 05
  • Satchie Noro_Origami_ph.R.Panozzo

«Origami» di Satchie Noro e Silvain Ohl – 26|27 AGOSTO 2017 @Parco Ragazzi del ’99 – Bassano 

Profilo spettatore

Un lavoro autobiografico di natura acrobatica/circense. Uno spettacolo forte per gli strumenti adoperati (camion e martello) e per la linearità e geometricità delle forme create tra questi ed il corpo della performer, che allo stesso tempo appare essere molto soft e controllata nei suoi movimenti. Il corpo esplora le molteplici possibilità che la struttura in trasformazione offre, senza però condurci in profondità. Lo stesso vale per la sua storia, come se a mancare fossero dei tratti più distintamente personali. La mutevolezza della struttura offre d’altra parte molte immagini. Essa si staglia su di una viva scenografia, incorniciata dal verde degli alberi.

Profilo danzatore – spettatore

Qual è il gesto che ti è rimasto più impresso/che è stato più rappresentativo? |  Ogni qual volta la performer si nascondeva nella struttura, questo movimento suscitava curiosità. Molteplici gli scenari che rimanevano invisibili. Inaspettato era il punto in cui essa riappariva, prima una mano, poi la testa; un rimando all’infanzia e al gioco, alla scoperta attraverso i sensi.

In che modo lo spettacolo che hai visto è per te “contemporaneo”? | È contemporaneo per l’utilizzo di spazi e strumenti non convenzionali. Il parco, un luogo d’incontro aperto, conviviale, inaspettato.

Dance Companion: Vera Borghini, Loredana Canditone

________

ARTICOLI CORRELATI

 

Tags: , , , ,

Comments are closed.