MENU

Mini BMotion Danza 2017 | Transmitting dance: Roberta Racis...

Dance in a nutshell – Danza in pillole |...

dance companion 3

1 settembre 2017 Commenti disabilitati su #dancecompanion2017 | «Maps» di Sivan Rubinstein Views: 823 Dance Companion, News

#dancecompanion2017 | «Maps» di Sivan Rubinstein

Cos’è #dancecompanion?

Ritorna per il secondo anno l’iniziativa nata nell’edizione 2016 di BMotion danza, tutta dedicata al pubblico della danza, sviluppatasi nell’ambito del progetto europeo Pivot Dance e in collaborazione con il corso triennale del Balletto di Roma: 14 giovani danzatori sono diventati speciali accompagnatori nelle giornate di #bmotiondanza2017, invitando gli spettatori ad assistere insieme alle rappresentazioni di danza in programma e a discutere e condividere le rispettive impressioni subito dopo gli spettacoli. Gli stessi accompagnatori sono stati chiamati anche a riflettere, in veste di artisti, sugli spettacoli e darne un feedback sul nostro blog attraverso la creazione di un profilo dello spettatore, che rifletta il punto di vista dello spettatore, e un profilo del danzatore che rifletta più il punto di vista di come un artista usufruisce lo spettacolo.

dance companion 3

«MAPS» di Sivan Rubinstein | 22 AGOSTO 2017 @CSC Garage Nardini – Bassano 

Profilo spettatore
“Maps” si propone come una coreografia composta da tre danzatori che rappresentano una sorta di cartina dei cambiamenti del mondo. Lo spettatore riflette soprattutto sul concetto di confine, che sembra risultare non reale ma frutto di un immaginario umano, teso a delimitare un dentro e un fuori. Di conseguenza si chiede: “Dove mi pongo rispetto al confine?”. L’immagine che più si ripete è quella dei cerchi, nei quali lo spettatore ritrova un ciclo continuo che auspica ad un senso di unione che il confine “tracciato” non restituisce. I tre interpreti creano la “mappa” del mondo, non la distruggono con la loro danza, che è priorità nel binomio voce-movimento.

Profilo danzatore – spettatore

Qual è il gesto che ti è rimasto più impresso/che è stato più rappresentativo? |  Durante lo spettacolo il performer crea, attraverso il suo corpo, un cerchio diviso a metà da un diametro. Questo gesto determina un deciso cambiamento di dinamica.

In che modo lo spettacolo che hai visto è per te “contemporaneo”? | “Maps” è un lavoro contemporaneo perché, al suo interno, ogni frammento di tempo non è mai considerato uguale a se stesso ma è motivo dei costanti cambiamenti del mondo. Ogni istante racchiude all’interno di sé le realtà di tutti i luoghi del mondo.

Dance Companion: Stella Leo, Rossella Letizia

________

ARTICOLI CORRELATI

Tags: , , , , ,

Comments are closed.