MENU
Dance Well, Museo Civico Bassano. Photo by Anna Trevisan - ABCDance

Dance and Health with Parkinson | International roundtable 2016

la danza oggi

Qual è il compito oggi della danza? | What...

bmotion 2017

17 agosto 2017 Commenti disabilitati su B.motion danza: Specchio del Presente Views: 812 In depth, Posts

B.motion danza: Specchio del Presente

Se al suo inizio B.motion danza era un piccolo praticello dedicato ai nuovi linguaggi dell’arte coreutica all’interno del più vasto e articolato OperaEstate Festival, oggi, a undici anni di distanza, è molto di più: un luogo di riflessione, di riconoscimento di valori e sentimenti, un termometro della condizione sociale, politica, intellettuale, un ventaglio di possibilità, un luogo di trasmissione e ricerca per le nuove generazioni.
Insomma, fermo restando l’indissolubile legame con OperaEstate, B.motion ha percorso un lungo cammino: ospitando i lavori di artisti nazionali e internazionali, ampliando il programma formativo con la Summer School, oggi, modulata per competenze, età, obiettivi, e non ultimo portando avanti quel lungo, continuativo e pianificato processo chiamato “audience development”, che vuole coinvolgere e avvicinare sempre più il pubblico alla danza contemporanea.
Qualcuno potrebbe dire niente di nuovo: la danza, come ogni altra forma di arte e cultura, senza un pubblico si riduce a un ossimoro.
Qui non si tratta però solo di fidelizzare il pubblico alla visione degli spettacoli, ma di raggiungerne di nuovo, diverso, di mettere in atto nuove forme di dialogo e di coinvolgimento dello stesso nei processi creativi e di feedback dell’arte coreutica, tenendo conto di ogni possibile barriera: economica, sociale, fisica, psicologica.
Il come lo scopriremo insieme, nel nostro blog durante le giornate di B.motion, perché anche Abcdance continua a camminare in questa direzione, cercando nuovi mezzi e modi per comunicare la danza, e aprendo il dialogo e il proprio spazio a nuovi interlocutori.
La Danza è un atto di amore nella sua essenza, è in grado di offrire una percezione più profonda della realtà rivolgendosi all’uomo attraverso un suo simile. Certo, per quella sua eterna fragilità di essere arte viva può avere un solo tempo: il presente. Ma anche se il suo futuro è privo di materia, potrà esistere nella memoria dello spettatore, e ci resterà, se “l’accordo, la comunione si realizzano, come una frazione intensa di vita”.

Vi lasciamo all’intervista audio in cui il direttore artistico Roberto Casarotto introduce l’edizione 2017, e vi diamo appuntamento a Bassano del Grappa, martedì 22 agosto per la prima giornata di B.motion danza!

 

 

English version

If, at the beginning, B.motion danza was a small garden where only the new languages of coreutic art could grow within the wider and more articulated OperaEstate Festival, today, eleven years after, it is much more: a place for thought, for the understanding of values and feelings, a thermometer of social, political and intellectual condition, a variety of possibilities, a place of transfer and research for the new generations.
In short, without restraining the indissoluble bond with OperaEstate, B.motion has come a very long way: staging the work of national and international artists, but also expanding the training program with the Summer School, today modulated on skills, age, goals, and carrying on that long, continuous and planned process called “audience development”, which aims to involve more and more audience to contemporary dance.
Someone could say nothing new: dance, like any other form of art and culture, without a public would be reduced to an oxymoron.
But this is not just about securing the loyalty of the audience to the shows, but it`s about reaching that new and different public and staging new forms of dialogue and involvement in creative processes and feedbak of coreutic art, keeping in mind every possible economic, social, physical, psychological barrier.
We will discover together how all this works, in our blog during the B.motion danza days, because Abcdance continues in this direction, looking for new ways and means of communicating dance and trying to open a dialogue and its space to new people.
Dance is an act of love in its essence, and can offer a deeper perception of reality by approaching human beings through one of their kind.
Of course, for that eternal fragility of being a form of living art it can only have one time: the present. But even if its future is devoid of matter, it may exist in the memory of the spectator, and it will remain if “the agreement, and communion, are acheived as an intense part of life.”

See you soon, we will meet you in Bassano del Grappa on tuesday August 22nd for the first day of B.motion danza!

 

Credits Photo: Operaestate Festival Veneto

Tags: , , ,

Comments are closed.